Un regalo a mio figlio

Natale, tempo di doni e regali per eccellenza; tempo di vizi e, a volte, anche di esagerazioni.

Come ci poniamo di fronte ai regali di Natale? Ci piace farli/riceverli? E come ci comportiamo quando dobbiamo farli a persone a noi molto care, come ad esempio i nostri figli?

Proprio in quest’ultima settimana pre-natalizia, ho ricevuto molte domande su questo tema. E’ giusto fare tanti regali ai figli? E quali sono quelli in grado di aiutarli?

Anzitutto, direi che più che fare molti regali, è importante come cerchiamo di far vivere loro questo tempo e questi doni. Credo che un genitore debba temere non tanto un regalo scontato, quanto che per il proprio figlio ricevere dei regali sia scontato o dovuto. Questo non significa “tenere in ostaggio” i nostri bambini, quanto coltivare in loro una sana responsabilità e – soprattutto – stimolare il desiderio. Nessuna immaginazione e nessuna attesa può celarsi dietro un finale scontato… Imparare a saper aspettare, a saper desiderare, a essere ambiziosi e – perché no – sognatori, sono competenze molto importanti nel Mondo dei bambini. Quante volte ci imbattiamo in giovani adulti incapaci di pazientare, di desiderare qualcosa o qualcuno, di fare i conti con le proprie frustrazioni? Allenare tali caratteristiche nei bambini può prevenire le incapacità future, nonché stimolare creatività ed immaginazione.

Quali regali? Non è necessario ricorrere ai grandi classici educativi per stimolare lo sviluppo cognitivo. Anche i regali più semplici possono promuovere una crescita importante! Pensate a tutti gli strumenti per disegnare, suonare, costruire, ecc… Tutto ciò che può stimolare la creatività o, addirittura, far scoprire alcune passioni. Pensate ai fumetti o ai libri, a tutto ciò che consente al bambino di immedesimarsi in un personaggio, ad allargare le proprie vedute, a stimolare il pensiero narrativo. Nessun regalo può essere istruttivo se nel bambino non scatta quel qualcosa che gli consente di metterci del proprio, di diventare protagonista della propria attività.

Non dimenticate, infine, la vera ricchezza dei vostri regali: voi. Adoperatevi per giocare con i vostri figli, non lasciateli sempre soli di fronte ai loro doni: cercate di essere il vero valore aggiunto del vostro regalo. Ecco che quel dono assumerà tutto un altro sapore ed i vostri bambini lo vivranno come strumento di unione e relazione. Chissà che questo tipo di dono non sia anche per voi il vero regalo di Natale.

Buone feste a tutti 🙂

Lascia un commento

Your email address will not be published.